Senso di inferiorità totalmente o parzialmente inconscio. Il termine è stato usato da alcuni psichiatri e psicologi, specialmente i seguaci dello psicoanalista Alfred Adler, il quale sosteneva che molti successi eccezionali, ma anche alcuni comportamenti antisociali e altre funzioni stabili della personalità, potrebbero essersi sviluppati per compensare questo sentimento. L’uso della parola “complesso” denota l’insieme di vissuti, in parte o persino interamente repressi, relativi al sentimento di inferiorità. Il complesso di inferiorità è un termine che ha parzialmente perso significato a causa di un utilizzo impreciso e popolare – ad esempio, come tentativo di spiegazione delle manifestazioni di ambizione da parte di persone fisicamente limitate.

Success message!
Warning message!
Error message!