NEUROTRASMETTITORI

Agenti neuroattivi endogeni, sottoclasse della più ampia famiglia dei “neuroregolatori”, che agiscono su una sinapsi nervosa trasmettendo un segnale presinaptico a un neurone postsinaptico. Una sostanza può definirsi neurotrasmettitore quando è rilasciata da una terminazione nervosa in condizioni fisiologiche, o che le mimino, e quando, attraverso un’azione diretta o indiretta, influenza l’eccitabilità o lo stato metabolico di un’altra cellula. Il n., contenuto nelle vescicole presinaptiche, viene liberato nello spazio sinaptico e reagisce quindi con i recettori della membrana della cellula nervosa successiva, mediando così chimicamente il fenomeno elettrico dell’eccitazione o inibizione nervosa.Esistono nel SNC diversi n. a funzione eccitatoria (acido glutamico, aspartico) e inibitoria (GABA, taurina, glicina). Più complesso è il meccanismo dei n. della famiglia delle monoamine (acetilcolina, dopamina, noradrenalina e serotonina) (vedi
Catecolamine).