Disturbo dell’identità di genere, in cui la persona affetta presenta il desiderio di cambiare sesso, sentendosi appartenente al sesso opposto. Il desiderio di modificare il proprio aspetto porta queste persone a cercare nei trattamenti farmacologici (ormoni) o in quelli chirurgici il raggiungimento del proprio ideale di appartenenza di genere sessuale. Nel transessualismo, a differenza del travestitismo, è presente un pensiero persistente di abbandonare le proprie caratteristiche sessuali primarie e secondarie. Il trattamento ormonale si avvale di estrogeni nel caso dei maschi e di testosterone nel caso delle femmine; il trattamento chirurgico è definitivo e viene eseguito solo dopo un attento periodo di osservazione psicologica e previa una fase di somministrazione di ormoni preparatori all’intervento.La psicoterapia di supporto svolge il compito, in questo caso, di preparare il soggetto ad affrontare la propria condizione, non di modificarla, imparando ad accettare la nuova.

Success message!
Warning message!
Error message!