La riboflavina (vitamina B2) nella profilassi dell’emicrania

Uno studio randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo su 55 pazienti che soffrivano da due a otto attacchi di emicrania al mese, ha scoperto che la somministrazione di vitamina B2 per via orale (riboflavina) a una dose di 400 mg al giorno ha prodotto un miglioramento superiore al 50% nella frequenza di mal di testa (54 contro 19%) rispetto al placebo, giorni di cefalea (57 contro 15%) e indice di emicrania (giorni di cefalea e gravità media, 39 contro 8%). I benefici sono diventati significativi solo dopo tre mesi di terapia. La riboflavina è stata ben tollerata. Sono necessari ulteriori studi per confermare questi risultati e per determinare la dose ottimale e la popolazione di pazienti con maggiori probabilità di trarne beneficio.