NEURONE

Cellula nervosa, costituita da un corpo cellulare (soma) e numerosi processi ramificati. Uno di questi è l’assone, il quale conduce l’impulso nervoso in senso centrifugo, mentre i dendriti lo possono condurre anche in senso centripeto. Le dimensioni dei n. variano da 4 a 125 µ (micron) e, a seconda dei processi, si distinguono n. unipolari (con un solo assone, rari), bipolari (un assone e un dendrite, come i retinici) multipolari (i più numerosi, con molti dendriti, a forma stellata) e pseudounipolari (con un solo processo che si divide a T, con un prolungamento assonico e uno dendritico), tipici dei gangli sensitivi. I neuroni del tipo I del Golgi posseggono assoni lunghi, mentre quelli del tipo II hanno assoni corti. Il neurone è costituito dalla membrana cellulare, struttura bilaminare spessa 70-80 Å, da un nucleo chiaro contenente la cromatina costituita dal DNA e da un grosso nucleolo contenente RNA; al nucleolo è associata la cromatina satellite, corrispondente alla cromatina sessuale, detta corpo di Barr. Nel citoplasma si trovano le cosiddette “zolle di Nissi”, rappresentate da masserelle cromofile che si colorano con i coloranti basici. Al microscopio elettronico queste risultano costituite da un sistema di cavità, il reticolo endoplasmatico granulare, cui aderiscono dei granuli detti ribosomi e costituiti da RNA. Nel citoplasma si trovano anche mitocondri, lisosomi, neurofilamenti, microtubuli e l’apparato del Golgi, costituito da cisterne e vacuoli. I neuroni sono interconnessi mediante le sinapsi.