SCOTOMA

Difetto del campo visivo, definito interno poiché caratterizzato dal fatto di essere completamente circondato da area di normale percezione. Rispetto alla localizzazione, si distinguono scotomi centrali, periferici o anulari. Sono inoltre distinti i seguenti sottotipi:Scotoma fisiologico, o di Mariotte, una zona cieca corrispondente alla papilla ottica.Scotoma scintillante. Può verificarsi in caso di presenza di atrofia ottica (sclerosi multipla, tabe per le atrofie associate ad affezioni del nevrasse) e di enoftalmo chirurgico bilaterale, nonché nell’attacco di emicrania.Scotomi emianopsici omonimi. Sono indicativi di un’eccitazione e poi di un’inibizione della corteccia visiva e compaiono nell’emicrania.Scotomi di soppressione. Fenomeni di inibizione attiva che si verificano a livello corticale in pazienti con diplopia da strabismo e fanno sì che le zone del campo visivo dell’occhio deviato che creerebbero diplopia e confusione vengano neutralizzate.